La Sila, ammantata di neve per tutto l’inverno, inizia a cedere il passo alla primavera. Il sole tiepido riscalda la terra e i primi segni di vita si manifestano nella natura. In questo articolo, vi accompagneremo in un viaggio tra i boschi e i prati della Sila, alla scoperta del risveglio di Madre Terra. I primi segni della primavera

I pioppi e gli ontani, spogli per tutto l’inverno, iniziano a germogliare. Le loro gemme, cariche di vita, si schiudono e lasciano spazio a nuove foglie di un verde brillante. Il crocus vernus, un piccolo fiore dal colore viola intenso, spunta tra l’erba ancora umida. La sua fioritura è un sicuro segnale che la primavera è arrivata. I primi ranuncoli, gialli come il sole, illuminano i prati e donano un tocco di colore al paesaggio.
Un giro tra le potature invernali

 È tempo di fare un giro tra i boschi e i prati della Sila per recuperare i rami potati durante l’inverno. Questi rami possono essere utilizzati per creare oggetti decorativi, come ghirlande o centrotavola, oppure per realizzare compost per il giardino. La fine dell’inverno in Sila è un momento magico. La natura si risveglia e si prepara a una nuova stagione di vita. È un periodo perfetto per fare escursioni nei boschi, passeggiare nei prati e godere della bellezza della natura.

 

 

scopri di più

Lascia un commento